"Lei sta all'orizzonte: mi avvicino due passi, lei si allontana due passi. Cammino dieci passi, e l'orizzonte si allontana dieci passi più in là. Per molto che io cammini, mai la raggiungerò. A che serve l'utopia? A questo serve: a camminare!"
(Eduardo Galeano)

venerdì 5 maggio 2017

IL COMUNE AFFITTA IL BAR IN PIAZZA SAN VITTORE



L’Amministrazione Comunale ha aperto un bando per la locazione dei locali di proprietà comunale in Piazza San Vittore n. 22 a Rho, desinato allo svolgimento di attività commerciale, mantenendo l'attuale funzione di bar.
I locali sono nel centro cittadino, dotati di 3 vetrine più una laterale con fronte sulla piazza pubblica, costituiti da 6 vani, di circa mq. 130, oltre a 3 cantine ad uso deposito di circa mq. 53.
Il valore economico della presente locazione è stimato a base d’asta in Euro 3.800,00 mensili + I.V.A. di legge, calcolato sulla base del valore minimo riportato negli studi di settore, che sono pubblicati sul sito dell’Agenzia delle Entrate ed è già stato ridotto rispetto a quanto era pagato dal precedente locatario.

La durata della locazione è stabilità in anni 6 (sei) rinnovabili tacitamente di altri 6 (sei) a decorrere dalla stipula del contratto.

Gli operatori economici dovranno far pervenire la propria offerta entro le ore 12.00 di lunedì 15 maggio 2017 (secondo gli orari di ufficio di seguito riportati), a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, con consegna a mano o con qualsiasi mezzo di trasmissione che il concorrente a proprio esclusivo rischio riterrà più opportuno a:
Quic – Sportello del Cittadino, Via De Amicis n. 1, nel caso di presentazione dell’offerta da parte di un rappresentante/incaricato del soggetto concorrente che fisicamente si rechi presso il Quic,  nei seguenti orari: lunedì, mercoledì, venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.00, martedì e giovedì dalle ore 8.30 alle ore 18.30, sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.30.

Oltre agli aspetti economici, l’Amministrazione Comunale ha inserito anche altri aspetti tecnici della proposta, tra cui un programma di iniziative culturali, la disponibilità dell’apertura di un punto rivendita giornali quotidiani e/o periodici, l’ampliamento dell’orario di apertura e l’offerta di servizi di catering.

Nell’offerta dovrà essere presentato un programma delle iniziative culturali, che si intendono organizzare all’interno del bar ed eventualmente nell’area antistante indirizzati in via prioritaria alle famiglie e ai giovani ed eventuali connessioni e sinergie con le attività organizzate dal Comune di Rho.

L’Assessore a Bilancio e tributi, Patrimonio e catasto, Andrea Orlandi, commenta:
Siamo alla ricerca di un locatario che valorizzi la posizione centrale del bar situato in  piazza San Vittore attraverso eventi culturali rivolti alle famiglie e ai giovani, che stimolino aggregazione e informazione. Per noi è importante anche l’apertura di una rivendita di giornali, che attualmente manca. Dal punto di vista economico tengo a precisare che il prezzo a base d’asta è stato definito assumendo il valore minimo degli studi di settore dell’Ufficio delle Entrate. Lascerei la valutazione finale al mercato e alla libera iniziativa di chi crede nella validità della nostra proposta.

Tutte le informazioni necessarie per la partecipazione alla gara e per le modalità di svolgimento del servizio sono contenute nel bando di gara pubblicato sul sito internet del Comune di Rho www.comune.rho.mi.it

mercoledì 3 maggio 2017

LA ROTTAMAZIONE DELLE INGIUNZIONI

L’Amministrazione Comunale ha deciso di cogliere l’opportunità fornita dal legislatore per consentire di regolarizzare i pagamenti arretrati per le ingiunzioni notificate entro 31 dicembre 2016, riferite agli anni dal 2000 al 2016. Questa decisione permetterà ai cittadini di definire un percorso agevolato per le ingiunzioni di pagamento relative ai seguenti ambiti:

  • violazioni al Codice della Strada
  • entrate patrimoniali riguardanti i servizi a domanda individuale (refezione scolastica, retta degli asili nido, pre/post scuola e centri estivi)
  • imposta sulla pubblicità e Tassa occupazione spazi ed aree pubbliche

L’adesione, che prevede la presentazione di apposita dichiarazione, consente l’eliminazione delle sanzioni applicate nell’atto portato a riscossione coattiva tramite ingiunzione di pagamento.
Relativamente alle violazioni al Codice della Strada, non si elimina la sanzione ma solo gli interessi e la maggiorazione di cui all’art.27, c. 6, Legge 689/1981.
In caso di ingiunzioni riguardanti diverse entrate (violazioni Codice della Strada, rette refezione, asili nido, Tosap etc.) o più annualità è possibile scegliere di definire anche solo qualcuno di questi mancati pagamenti.
Nel complesso il valore delle ingiunzioni effettuate dal Comune supera 4 milioni di euro, di cui 145 ingiunzioni sono relative ai servizi a domanda individuale (circa 62.000 euro) e 18.000 ingiunzioni alle violazioni del Codice della Strada.

L’Assessore al Bilancio, Andrea Orlandi, dichiara:
Per andare incontro alle difficoltà economiche dei cittadini, abbiamo deciso di procedere con la “rottamazione” delle ingiunzioni, opzione prevista dalla normativa (Decreto legge 193/2016 convertito in legge n. 225/2016). Per la riscossione coattiva dei propri tributi ed entrate patrimoniali gli enti locali, quindi anche i Comuni, possono scegliere a loro discrezione l’adesione ad una procedura agevolata per il pagamento delle ingiunzioni attraverso l’approvazione di un regolamento, che contempli e definisca alcuni aspetti. Da parte nostra il provvedimento intende anche agevolare il nostro flusso delle entrate. Invito i cittadini a fare ricorso a questo nuovo strumento che permette la riduzione di quanto dovuto e permette di evitare provvedimenti più spiacevoli dovuti al recupero forzoso, come il pignoramento dei beni e il fermo amministrativo.

Termine di presentazione dichiarazione di adesione, modalità di pagamento

Le dichiarazioni, usando esclusivamente il modello disponibile sul sito internet del Comune di Rho www.comune.rho.mi.it vanno presentate entro il termine perentorio del 31 maggio 2017 (non sono ammesse deroghe); il Comune, poi, ha tempo 30 (trenta) giorni per accogliere o respingere la richiesta; in caso di accoglimento, entro il 31 agosto 2017 saranno comunicate le modalità di pagamento, l'importo e tutte le informazioni necessarie all'adempimento.

Si può optare per il versamento in unica soluzione entro il 30 settembre 2017, oppure, chiedere una rateizzazione dei pagamenti. Il versamento di quanto dovuto dovrà avvenire, in ogni caso entro il 30 settembre 2018.
Il Regolamento comunale prevede al massimo otto rate di pari importo (per le scadenze scarica il comunicato).

In caso di mancato, insufficiente o tardivo versamento dell'unica rata, ovvero di una delle rate in cui è stato dilazionato il pagamento delle somme, la definizione non produce effetti e riprendono a decorrere i termini di prescrizione e di decadenza per il recupero delle somme oggetto dell'istanza. In tale caso, i versamenti effettuati sono acquisiti a titolo di acconto dell'importo complessivamente dovuto.
Anche coloro, che hanno piani rateali già in essere, potranno fare domanda. In questi casi, le quote già pagate non saranno rimborsate e la definizione agevolata si applicherà sul debito residuo.
La presentazione della domanda comporta la sospensione dei precedenti pagamenti concordati fino alla data del 31.03.2017.
Il pagamento della prima o unica rata delle somme dovute ai fini della definizione agevolata determina, limitatamente ai debiti oggetto di definizione agevolata, la revoca automatica dell’eventuale dilazione ancora in essere precedentemente accordata.

Dove presentare la dichiarazione e chiedere informazioni:

Violazioni Codice della Strada
QUIC Sportello al cittadino, via De Amicis 1
Telefono: 02.93332206

Refezione scolastica, retta asili nido, pre/post scuola e centri estivi
QUIC Sportello al cittadino, via De Amicis 1
Telefono:02/93332-244-516-301-248

Imposta pubblicità e tassa occupazione spazi ed aree pubbliche
QUIC Sportello al cittadino, via De Amicis 1
Telefono: 800144114

martedì 18 aprile 2017

L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE PRESENTA IL BILANCIO PREVENTIVO 2017


Venerdì 31 marzo l’Amministrazione Comunale ha presentato in Consiglio il Bilancio Preventivo 2017, che è caratterizzato da alcuni elementi, tra cui
• Il ciclo di programmazione basato sullo strumento della mappa strategica nella definizione degli obiettivi
• L’entrata progressiva a regime del Fondo Crediti di Dubbia Esigibilità
• Ulteriore riduzione della spesa corrente.
• Ultimo anno con costo dell’indebitamento costante.
• Accurato monitoraggio degli organismi partecipati.

Per quanto riguarda le entrate correnti, il quadro delle risorse è stabile con 42.541.363,00 Euro.
L’imposizione fiscale e tariffaria rimane invariata, con la riconferma delle aliquote di tutte le imposte e tasse e delle tariffe dei servizi comunali, comprese IMU, TASI, addizionale IRPEF e TARI (tariffa connessa alla gestione del servizio di igiene urbana).

Parte delle entrate saranno destinate al finanziamento di opere pubbliche ritenute prioritarie per un valore di Euro 2.715.000,00, in cui la manutenzione delle scuole risulta la voce di spesa prevalenti con stanziamenti per Euro 950.000,00:
• Nuova rotatoria viale Fontanili - via San Martino
• Manutenzione straordinaria strade, marciapiedi
• Manutenzione straordinaria ponti stradali
• Manutenzione segnaletica stradale
• Realizzazione di nuovo parcheggio in via Archimede
• Interventi per l'arredo urbano
• Sicurezza verde pubblico, arredi e giochi
• Manutenzione straordinaria aree verde pubblico
• Riqualificazione parco villa Burba
• Manutenzione straordinaria edifici comunali / scuole
• Riqualificazione della scuola primaria di via Sartirana 9
• Interventi per il rischio di sfondellamento dei solai delle scuole
• Manutenzione straordinaria impianti sportivi e palestre
• Riqualificazione auditorium di via Meda
• Skatepark di via Pirandello

Diminuisce la spesa corrente di Euro 606.913,00 rispetto al 2016 passando a Euro 40.363.889,00 grazie ad un’attenta analisi per la razionalizzazione dei costi di erogazione dei servizi.

Il bilancio di previsione 2017 conferma inoltre la costante diminuzione dell’indebitamento futuro, previsto in Euro 48.775.000 di debito per il 2017 in netta contrazione rispetto al 2016 (- Euro 5.485.000).

Per gli organismi partecipati si evidenzia lo slittamento dell’entrata derivante dall’alienazione delle quote di Nuovenergie spa slittata dal 2016 al 2017, e che servirà per coprire il disequilibrio di parte corrente.

L’Assessore al Bilancio, Andrea Orlandi, commenta:
“L’anno 2017 è l’ultimo anno nero in cui risentiamo ancora del forte indebitamento, ma l’attenzione nella riduzione delle spese e nella contrazione del debito effettuata già durante la precedente Amministrazione ci permette di vedere in prospettiva un anno 2018 come momento di svolta con la possibilità di maggiori risorse ed eventuali accensioni di mutui, per dare un ulteriore impulso agli investimenti di cui necessita la città. Quest’anno sulla parte in conto capitale è da segnalare il forte investimento sulla sicurezza delle strutture scolastiche, luogo dove si coltiva il futuro della nostra città. Un ringraziamento sentito va quest’anno in particolare al dott. Dell’Acqua che ha lavorato intensamente ed alacremente nella definizione del bilancio preventivo 2017, all’interno del difficile quadro di finanza pubblica nel quale ci muoviamo.”

mercoledì 12 aprile 2017

IL COMUNE PENSA AL CUORE DEI CITTADINI

Giovedì 30 marzo un uomo di 54 anni si è salvato grazie alla presenza del defibrillatore acquistato dall’Amministrazione comunale e a due persone abilitate all’uso dello strumento attraverso il corso di abilitazione al suo uso organizzato sempre dal Comune.

L’uomo stava giocando una partita di un torneo amatoriale sul campo da calcio dell’A.C. Mazzo in via Ospiate, quando ha chiesto di essere sostituito perché non si sentiva bene. Il tempo di arrivare allo spogliatoio e scambiare poche parole con un suo compagno di squadre e ha perso i sensi. Il compagno ha dato subito l’allarme e l’incaricato del campo insieme ad un altro compagno di squadra, ambedue abilitati all’uso del defibrillatore grazie al corso dell’Amministrazione, è intervenuto con il massaggio cardiaco, la ventilazione e infine con il defibrillatore.

Quando è arrivata l’ambulanza, il cuore del malcapitato calciatore aveva già ripreso a battere riducendo il rischio di mancanza di ossigeno e scongiurando una tragedia.
Lo sportivo è stato subito operato e le sue attuali condizioni di salute non destano preoccupazione.

Nel 2015 l’Amministrazione si è attivata per dotare gli impianti comunali di defibrillatori e di organizzare percorsi di formazione per la rianimazione cardio polmonare e defibrillazione precoce rivolti agli operatori delle società sportive. Il numero dei defibrillatori è stato aumentato grazie anche al progetto del Bilancio Partecipativo “Rho per il Cuore”: si è arrivati così a 47 defibrillatori e alla formazione di 300 operatori per ogni associazione e società sportiva che utilizza gli impianti comunali e le strutture sportive di tutti gli oratori.

L’Assessore allo Sport, Andrea Orlandi, commenta:
“Salvare una vita rappresenta un risultato dal valore inestimabile. Per la nostra amministrazione è una splendida notizia, che ci rende orgogliosi di aver realizzato il progetto dei defibrillatori. Ci siamo infatti assunti l’onere dell’acquisto di questa strumentazione e del relativo corso di addestramento, che doveva essere a carico delle società sportive. Abbiamo dato un supporto concreto alla salute e alla sicurezza delle società sportive e di tutti i cittadini. La morte cardiaca improvvisa è una delle cause di decesso più comuni, ma con un intervento rapido la prognosi diventa favorevole nell'80% dei casi. Nel caso del nostro concittadino il primo intervento è stato decisivo per la sua vita. Auguriamo a lui di rimettersi completamente e di ritornare presto a giocare a calcio. Un ringraziamento va all’A.C. Mazzo e ai due soccorritori, che hanno fatto fronte a quest’emergenza con coraggio.”

L’impegno dell’Amministrazione Comunale non si ferma qui, infatti è stato deciso di aderire al progetto “Cuore in Comune” proposto da Armando Curcio Comuni d’Italia srl quale strumento per aumentare la sicurezza e garantire la salute di tutti i cittadini.

Il Sindaco di Rho, Pietro Romano, dichiara:
“Come Amministrazione poniamo molta attenzione alla salute e alla sicurezza dei nostri concittadini. L’episodio appena avvenuto ha dimostrato la bontà delle nostre decisioni. Pur nelle limitazioni di bilancio, continuiamo a valutare tutte le modalità per poter aumentare la presenza di defibrillatori sul territorio. Il progetto “Cuore in Comune” rappresenta un’ottima opportunità, che si basa sulla generosità e partecipazione dei cittadini nel sostenere le spese di questo importante strumento.”

Attraverso l’adesione al progetto la società Armando Curcio procederà a raccogliere le sponsorizzazioni presso i titolari delle attività commerciali cittadine che aderiranno all’iniziativa e sulla base di quanto raccolto a donare al Comune di Rho un defibrillatore semi-automatico di nuova fabbricazione, conforme alla Direttiva 93/42/EEC sui Dispositivi Medici, Lifepack CR – 2 con il pacchetto di assistenza per 4 anni, la teca per l’esposizione del defibrillatore in luogo accessibile al pubblico e il corso di formazione tenuto da personale qualificato e autorizzato in base alla normativa in vigore, per 5 utilizzatori.

Sarà distribuito capillarmente e gratuitamente per il Comune un libro, nell’ambito della collana “IlTuoComune.com”, con i numeri di emergenza e pubblica utilità, le informazioni relative ai servizi sanitari e ai servizi comunali, indicazioni pratiche su come comportarsi in caso di emergenza nell’utilizzo dei defibrillatori. Inoltre sarà disponibile una mappa con l’indicazione aggiornata della localizzazione dei defibrillatori nel territorio comunale, con il riepilogo delle principali manovre di soccorso in caso di arresto cardiaco, e una App interattiva, con i medesimi contenuti del libro, diffusa gratuitamente tramite gli store Apple ed Android.

Al momento sono stati dotate di defibrillatore tutte le palestre scolastiche, il Centro sportivo Molinello, ma anche il laghetto dei pescatori, il Molinello Play Village, l’Ufficio Sport, i campi da calcio, la pista di pattinaggio, il Parco comunale di corso Europa, il centro civico a Passirana e a Lucernate, l’auditorium in via Meda, il complesso di Villa Burba, il centro comunale di via Giusti, il Centrho, il centro diurno anziani in via Buon Gesu, il Quic, il comando della Polizia Locale, il Palazzo Comunale, la pista ciclistica. Per questo grande progetto sono stati destinati quasi 100mila euro. Il risultato è frutto della fattiva collaborazione della Consulta dello Sport.